Il Gambero rosso assegna i Tre Bicchieri a 26 vini pugliesi. E che la Puglia sia ormai una delle regioni  nota per la qualità dei suoi vini non è una novità.

Semmai, riconoscimenti come questi le rendono finalmente giustizia dopo anni in sordina. Ma ecco i vini che hanno ottenuto il massimo riconoscimento dalla guida Vini d’Italia di Gambero Rosso: 

Amativo 2021 Cantele
Askos Susumaniello 2022 Masseria Li Veli
Brindisi Rosso Susumaniello Oltremé 2021 Tenute Rubino
Castel del Monte Rosso V. Pedale Ris. 2019 Torrevento
Es 2021 Gianfranco Fino
EstRosa 2022 Pietraventosa
Five Roses 79° Anniversario  2022 Leone de Castris
Gioia del Colle Primitivo 17 Vign. Montevella 2020 Polvanera
Gioia del Colle Primitivo 1821 Ris. 2019 Tenuta Patruno Perniola
Gioia del Colle Primitivo Fanova  2021 Terrecarsiche 1939
Gioia del Colle Primitivo Marpione Ris. 2020 Tenuta Viglione
Gioia del Colle Primitivo Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto 2020 Tenute Chiaromonte
Gioia del Colle Primitivo Parco Largo 2022 Plantamura
Gioia del Colle Primitivo Senatore 2020 Coppi
Graticciaia 2018 Agricole Vallone
Notarpanaro 2018 Cosimo Taurino
Primitivo di Manduria Collezione Privata Cosimo Varvaglione Old Vines 2020 Varvaglione 1921
Primitivo di Manduria Lirica 2021 Produttori di Manduria
Primitivo di Manduria Notte Rossa Ris. 2019 Terre di Sava
Primitivo di Manduria Passo del Cardinale 2022 Paolo Leo
Primitivo di Manduria Raccontami 2021 Vespa – Vignaioli per Passione
Primitivo di Manduria Sessantanni 2019 San Marzano Vini
Primitivo di Manduria Terra Bianca Giravolta 2019 Felline
Salice Salentino Cantalupi Ris. 2020 Conti Zecca
Salice Salentino Rosso Selvarossa Ris. 2020 Cantine Due Palme
Terra d’Otranto Rosso Vega Ris. 2021 Menhir Salento

 

Così “la Puglia continua a crescere, sia dal punto di vista qualitativo che da quello della consapevolezza di questa crescita e dei modi in cui ottenerla”, affermano dal Gambero Rosso.

Basta vedere – si legge in una nota – quanti sono i vini premiati con i Tre Bicchieri a denominazione di origine (19) rispetto ai premiati di soli cinque anni fa (10) per capire come l’identità e la tipicità del territorio siano oggi fattori sempre più importanti per i pugliesi, mentre solo pochi anni fa la produzione regionale era legata fondamentalmente al vitigno più che al territorio. Tutto questo senza considerare alcuni casi particolari, come l’Es di Gianfranco Fino, che non è più a denominazione di origine da qualche anno, ma che certo non possiamo ridurre a un “semplice” Primitivo, visto che grida Manduria ad ogni sorso. I Tre Bicchieri sono anche quest’anno 26, e ci sembra rappresentino con piena soddisfazione il panorama di alta qualità della regione. I mattatori sono il Primitivo di Gioia del Colle e quello di Manduria (7 vini premiati a testa), ma troviamo anche Salice Salentino, BrindisiCastel del Monte e per la prima volta si affaccia alla ribalta un Terra d’Otranto”