Trenitalia_coronavirus_app_spostamenti

Il Gruppo Fs archivia il 2022 con ricavi in crescita a 13,7 miliardi di euro, con un incremento complessivo di 1,4 miliardi di euro (+12%), rispetto all’esercizio 2021, “dovuto essenzialmente al significativo recupero dei volumi di domanda”.

Un utile netto di 202 milioni di euro, +5% e pari a +9 milioni di euro sull’anno scorso; un margine operativo lordo (Ebitda) pari a 2,2 miliardi di euro (+17% e pari a +324 milioni di euro sul 2021, ovvero + 119% e pari a +1.110 milioni di euro sul 2021 al netto dei ristori Covid) e con un Ebit pari a 262 milioni di euro.

Lo rende noto Fs dopo che il Cda, presieduto da Nicoletta Giadrossi, ha approvato il bilancio consolidato di Gruppo, al 31 dicembre 2022.

Gli investimenti tecnici del Gruppo Fs sono stati pari a 11,3 miliardi di euro (il 98% è sul territorio nazionale), di cui oltre 9 miliardi di euro in infrastrutture ferroviarie e stradali. Lo rende noto il Gruppo dopo che il Cda ha approvato il bilancio al 31 dicembre. Escludendo dalla comparazione con il 2021 (-10% in valore assoluto) le anticipazioni finanziarie (-2,2 miliardi di euro) si “evidenzia un incremento di oltre il 9% degli investimenti realizzati”, spiega Fs.

Sono state aggiudicate gare in ambito infrastrutturale per 15 miliardi di euro e pubblicati bandi di gara per circa 26 miliardi di euro, sottolinea Fs. La posizione finanziaria netta è pari a 7,9 miliardi di euro (-1 miliardo di euro rispetto al 2021).

, ,
Leggi anche