Treni in ritardo: Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia (Gruppo FS Italiane) hanno programmato, d’intesa con Regione Puglia, committente del servizio, una serie di azioni per migliorare la qualità dell’offerta ferroviaria.

treni-offerta-ferroviaria-puglia

Rete Ferroviaria Italiana ha infatti attivato una task force per incrementare gli standard di puntualità. Tra le azioni già realizzate e in corso: sostituzione dei cavi in rame con quelli a fibra ottica per ottimizzare l’affidabilità del sistema di distanziamento dei treni sulla Direttrice Adriatica e sulla linea Taranto – Bari; chiusura di due passaggi a livello a Barletta per eliminare definitivamente le criticità legate agli attraversamenti di auto e pedoni; upgrade tecnologico di due passaggi a livello a Bari Santo Spirito e di uno a Trani, anche per presidiare gli indebiti attraversamenti; rinnovo dei deviatoi in ingresso e in uscita dalle stazioni con sistemi di ultima generazione; sistemi di videosorveglianza sulle tratte più colpite dai furti di metalli pregiati per prevenire gli atti dolosi e le conseguenti ripercussioni sul traffico ferroviario; rinnovo tecnologico dei sistemi di gestione delle stazioni sulla linea Taranto – Metaponto (CTC).

“Questi interventi – si legge in una nota di Fs Italiane – insieme a quelli per il miglioramento degli standard di comfort, funzionalità e decoro delle stazioni pugliesi (adeguamento marciapiedi a standard europei, installazione ascensori, nuovi sistemi di informazione al pubblico) determineranno significativi incrementi qualitativi nell’esperienza di viaggio nel suo complesso“.

Da segnalare inoltre – prosegue la nota – che il nuovo orario cadenzato è ancora in fase di rodaggio. Alcune modifiche a orari e fermate sono già in vigore, altre saranno adottate sulla scorta dei suggerimenti raccolti dai pendolari. Particolare attenzione sarà riservata alle composizioni dei treni, in ragione della nuova distribuzione dei flussi di domanda dei treni del nuovo orario al fine di garantire maggior confort alle persone che quotidianamente scelgono i nostri servizi“.

Ma nonostante alcune criticità, “dal 9 dicembre il numero di viaggiatori sui treni regionali è cresciuto, grazie anche al fatto che il nuovo orario cadenzato, sebbene in fase di assestamento, ha garantito collegamenti più veloci tra Lecce, Foggia e Bari e collegamenti ogni mezz’ora tra Barletta e Fasano“, stando a ciò che riferiscono da Fs Italiane.

D’intesa con Regione Puglia, è ora allo studio un modello di orario cadenzato anche sulla linea Taranto – Bari per garantire collegamenti più veloci tra le due città e più connessioni con i treni a lunga percorrenza.

Trenitalia nel frattempo ha avviato un filo diretto con i pendolari pugliesi tramite il nuovo servizio di customer caredisponibile a Bari e a Lecce, oltre alla quotidiana presenza a bordo dei treni programmati.

Da alcuni mesi è possibile utilizzare anche per i servizi pugliesi l’app Trenitalia per ricevere informazioni in tempo reale. Oltre 2mila persone hanno già attivato il servizio e ricevono, direttamente sul proprio smartphone, informazioni puntuali sulla linea o sui treni di proprio interesse.

Sulle relazioni Lecce – Bari, Foggia – Bari e Brindisi – Bari i prezzi degli abbonamenti per l’accesso ai treni Frecciarossa sono allineati ai prezzi degli abbonamenti Frecciabianca.

, , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from Valigiamo