Prosegue sabato 15 aprile 2023 la prima edizione del festival “Umbria Primavera in Cammino”, l’iniziativa di outdoor alla scoperta de “Le Terre dei Borghi Verdi” e dei 21 comuni appartenenti alla provincia di Terni che ne fanno parte, con escursioni guidate da percorrere insieme a 5 dei più importanti influencer dei cammini in Italia.

Amelia (Tr)

Lo scenario del secondo fine settimana del festival saranno i paesaggi di “Amerino Tipico” con un’escursione nel comune di Amelia (Tr), dove è in programma una passeggiata in poesia, accompagnati da due influencer d’eccezione: la trekker Federica Figliuolo e il poeta “paesologo” Franco Arminio, che guideranno l’itinerario lungo il neonato “Cammino di Germanico”, un percorso che collega il centro di Amelia alle sue sette frazioni intrecciandosi con la rete dei Sentieri Amerini e prendendo il nome dall’ospite più illustre del locale museo archeologico, la statua bronzea del generale romano Nerone Claudio Druso Germanico, rinvenuta negli anni Sessanta nei dintorni della città umbra.

L’itinerario proposto sarà diviso in due tappe, corrispondenti alle prime due sezioni del Cammino di Germanico: la prima prenderà l’avvio dal Museo Civico di Amelia, alle ore 9.00, attraversando i Giardini d’Inverno, luogo di ritrovamento della celebre statua, che offrono splendide vedute sulle valle del Tevere, passando per la località di Sambucetole, dove sorge l’omonimo castello d’impianto medievale, chiamato nelle antiche iscrizioni castrum S. Bucetoli, avamposto militare del comune di Amelia; la seconda tappa attraverserà luoghi intrisi di storia, lungo l’antico confine tra Amelia e Todi, spingendosi fino al castello di Collicello, tra le rocche amerine più conservate, per secoli baluardo difensivo di Amelia contro i todini.

Oltre all’ambiente naturale e alle testimonianze storico-artistiche del territorio, l’iniziativa metterà sotto i riflettori il progetto “Amerino Tipico. Terra, sapori e comunità”, strategia di sviluppo e di valorizzazione di cibo e paesaggio, che coinvolge 11 amministrazioni dell’Amerino e che sarà protagonista del percorso di degustazione previsto alle ore 18.00, con la partecipazione di cinque produttori di eccellenze alimentari del territorio.

Un particolare focus sarà dedicato alla fava cottòra dell’Amerino, presidio Slow Food, dell’associazione della Fava Cottora dell’Amerino realtà impegnata nella tutela di questo legume tipico, raccolto e lavorato a mano, che deve il nome alla sua caratteristica di cuocere in breve tempo, coltivato su una superficie di otto ettari in particolare nella frazione di Collicello di Amelia.

Fava cottòra presidio Slow Foof

 

A fare gli onori di casa saranno inoltre altri due produttori di Amelia: le Cantine Zanchi con i loro vini, tra cui risalta il Ciliegiolo dell’Umbria, ottenuto dall’omonimo vitigno a bacca nera, che trae il nome dal caratteristico aroma fruttato, di ciliegia appunto, oltre a Malvasia, Grechetto, Aleatico, Trebbiano, Sangiovese; ed il Frantoio Suatoni, che presenterà il suo olio e.v.o. dell’autoctona cultivar Rajo.

Il percorso di degustazione includerà poi i vini della Cantina Sandonna di Giove (Tr), che, escludendo pratiche enologiche invasive, produce i suoi vini partendo dalla coltivazione di varietà tradizionali del territorio, come Grechetto e Ciliegiolo, capaci di sfruttare appieno le potenzialità geologiche e climatiche dell’altipiano Sandonna; ed i salumi di qualità dell’Azienda Tamburini di Montecastrilli (Tr).

Una sinergia quella tra il progetto Amerino Tipico ed il festival “Umbria Primavera in Cammino” nata per unire l’esperienza turistica a quella culinaria, che si concluderà con la passeggiata in programma per lunedì 24 aprile a Montecastrilli (Tr) e avrà un suo suggello martedì 25 aprile con l’incontro “Verso il distretto del cibo”, presso la Fiera Agricollina di Montecastrilli (Tr), in cui si racconteranno premesse e obiettivi del progetto Amerino Tipico.

Amerino Tipico – “Amerino©. Azioni integrate per la strategia territoriale del cibo del paesaggio amerino” è il nuovo progetto di sviluppo territoriale e di valorizzazione del cibo come elemento chiave per l’innovazione territoriale, che punta alla cooperazione fra soggetti pubblici e privati del territorio, nella costruzione del brand “Amerino©” quale volano del territorio stesso. Una nuova opportunità di racconto del paesaggio Amerino, promossa dai Comuni di Amelia, Alviano, Attigliano, Avigliano Umbro, Baschi, Giove, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Montecchio e Penna in Teverina.

Materiale fotograficco fornito da: ADD Comunicazione ed Eventi